Truly Made in Italy

  • Italiano
  • Inglese

130 km per arrivare al mare: Valerio e i nostri sogni in bicicletta

Tredici anni e un sogno: raggiungere il mare in bicicletta. La storia di Valerio che incarna un po' il fascino dei nostri progetti su due ruote, piccoli o grandi che siano.

A settembre Valerio un tredicenne trentino è scappato dalla sua casa di Lavarone per realizzare il suo sogno: raggiungere il mare della Puglia in bicicletta. Ma la sua è una storia romantica che si è rivelata solamente dopo le ore di panico della famiglia, quando il ragazzino è stato ritrovato in Veneto a Badia Polesine. Aveva percorso qualcosa come centotrenta chilometri in trenta ore, completamente da solo.

Valerio, nato e cresciuto sulle Dolomiti, voleva vedere il mare. E una volta saputo che, per la sua età, non avrebbe potuto farcela con il treno, ha deciso di usare il mezzo più semplice: la sua bicicletta. Una fuga progettata nei minimi dettagli, senza navigatore, ma solo con un atlante dove Valerio segna le tappe nei minimi dettagli, tenendo conto di tutto, persino dei modi per non farsi trovare. Un viaggio coraggioso in un'epoca dove la tecnologia cresce i bambini fin da piccoli, uno sgraziato e inconsapevole inno all'autonomia, nutrendosi di frutta e dormendo in vecchi casali.



Un giorno e una notte a pedalare verso un sogno. Ma non tutti i piani sono perfetti: l'ingresso in autostrada l'ha tradito e i carabinieri l'hanno ritrovato stanco ma ancora risoluto. Una pagina di romanzo per ragazzi, dove l'eroe mette insieme l'ingegno e la fantasia per raggiungere il sogno. O, per lo meno, una meta desiderata. Nuotare in mare aperto: per una volta, per la prima volta.

E' una storia questa che prende il tempo di un'estate morente anche se la verità è che ha più le sembianze di un racconto senza tempo, come se incarnasse le nostre piccole, grandi idee di libertà che, in qualche modo, sono sempre collegate alla bicicletta, un mezzo che ti fa sentire padrone di te stesso al cento per cento, a tu per tu con il mondo, conosciuto o sconosciuto. La bicicletta, come se fosse uno strumento di collegamento tra i mondi, che riesce sempre a grattare via la routine della quotidianità e trasformarla in avventura.

Subscribe now to our newsletter!