Truly Made in Italy

  • Italiano
  • Inglese

Froome, sei nella leggenda

Chris Froome diventa il terzo corridore a conquistare il Tour e la Vuelta nello stesso anno, una doppietta che gli apre definitivamente le porte della storia del grande ciclismo.

Erano 39 anni, da quando ci riuscì Bernard Hinault, che nessun corridore riusciva a conquistare nello stesso anno Tour de France e Vuelta a Espana. Prima di lui c'era riuscito soltanto un altro corridore francese Jacques Anquetil nell'ancor più lontano 1963. Da domenica scorsa, di questa ristrettissima cerchia fa parte anche Chris Froome. Con questa vittoria il capitano della Sky entra in una nuova dimensione. Passa dall' essere un corridore che aveva un posto di rilievo nella storia del Tour, con i suoi quattro successi, all'essere uno che ha un posto di rilievo nella storia del ciclismo. Sarà per sempre il primo corridore ad aver centrato la doppietta Tour-Vuelta da quando la corsa spagnola (1995) si corre dopo quella francese, nonché il primo a realizzarla da quando Tour e Vuelta si susseguono in calendario,  visto che Anquetil e Hianult avevano centrato la doppietta, quando tra le due corse, c'era il Giro in mezzo, un po' come se oggi un corridore dovesse imporsi a Giro e Vuelta anche se la distanza tra i due appuntamenti era minore di quella che c'è adesso tra il primo e il terzo GT della stagione.

froome vuelta

Primeggiare in due GT consecutivi è probabilmente il massimo che possa fare un corridore da grandi corse a tappe e già questo dovrebbe darci l'esatta dimensione di ciò che ha fatto o che è diventato Chris Froome. Prima di lui, l'ultimo  a vincere due GT consecutivi nella stessa stagione, era stato Marco Pantaninel 1998 che aveva centrato l'ancor più prestigiosa doppietta Giro-Tour. In quasi 20 anni di ciclismo non sono mancati i tentativi ma nessuno di questi era mai andato a buon fine, nemmeno quelli provati da Contador, quasi unanimemente considerato il miglior interprete dei GT del nuovo millennio.  Lo spagnolo un paio di volte aveva preparato davvero l'accoppiata Giro-Tour, ma al Giro vinto non è mai riuscito ad abbinare il Tour, a differenza della Vuelta che abbinò al Giro 2008. Se l'accoppiata Giro-Tour rimane la più prestigiosa e la più difficile da realizzare, in ogni caso l'accoppiata centrata da Froome tanto facile da realizzare non deve essere, visto che Contador dopo aver vinto i Tour, ha sempre rinunciato alla corsa di casa.

Come già accaduto per il Tour vinto, Froome si è avvalso del supporto di una squadra fortissima, con Moscon, Poels e Nieve a fare un lavoro preziosissimo quando c'era da sgretolare il gruppo in salita o da scortarlo per difendere la maglia. Come al Tour non ha offerto prestazioni devastanti in salita ma è stato il più costante, il più solido, il più attento insomma il più forte senza se e senza ma. Con la maglia rossa addosso a partire dalla terza tappa, conscio anche del vantaggio che avrebbe avuto nella cronometro, ha corso e controllato la gara come fossimo al Tour, lasciando spazio ai fuggitivi di giornata e a quegli uomini lontani in classifica come ad esempio Contador, non mettendo mai in discussione il proprio successo nemmeno nell'unica giornata difficile della sua Vuelta sull'Alto de Los Machucos, quando scortato da Nieve e Poels, fu il peggiore tra i grandi, cedendo una quarantina di secondi a Nibali.

Se alla Vuelta 2011, quella vinta da Cobo, Froome si era rivelato al mondo, adesso, dopo sei anni ha completato un percorso eccezionale che lo ha portato a raggiungere risultati straordinari, che però gli sono costati sacrifici enormi e non è detto che in futuro continui su questa strada, visto che negli ultimi quattro anni dopo il Tour ha sempre corso la Vuelta. Ora che ha centrato questa, a lungo inseguita, doppietta, potrebbe aprirsi una nuova fase della carriera che potrebbe portarlo a provare il Giro o qualche classica, ma l'impressione è che tutto ciò sia ancora rimandato visto che il suo prossimo obiettivo è quello di vincere il quinto Tour e raggiungere Anquetil, Merckx, Hinault e Indurain.

Subscribe now to our newsletter!