Free shipping within Europe and Switzerland

  • Italiano
  • Inglese

Il Giro d'Italia e le figurine: come tornare bambini

L'anno scorso il Giro d'Italia ha pensato di rimetterle in produzione in occasione del centenario ma le figurine sono tornate ad essere un fenomeno di massa che emoziona grandi e piccoli.

LA STORIA

Le prime figurine cominciarono a circolare subito dopo la Seconda Guerra Mondiale, intorno al 1946 ed erano solo 'da gioco'. La FIDASS produsse le primissime figurine sportive '“ prevalentemente calciatori ma anche ciclisti, automobilisti e ciclisti '“ che venivano incartate con delle caramelle al gusto di anice o menta. Per i ragazzi che uscivano dalla tragedia del conflitto diventò subito un'autentica passione e la corsa alle più rare venne accentuata dal fatto che esistevano delle figurine quasi introvabili che avevano una piccola 'c' sul fronte. La smania di finire la collezione derivava anche dal fatto che, riconsegnandola alla ditta, venivano spediti dei premi.
Qualche anno più tardi la ditta Lavazza fece uscire una raccolta dedicata ai calciatori anche se un centinaio di figurine rappresentavano i campioni di ciclismo per lasciare poi spazio '“ dal 1953 '“ a veri e propri album per raccoglierle e conservarle dove erano raffigurati tutti i campioni del tempo, da Coppi a Gaul, da Bartali a Magni.

LE FIGURINE PANINI

La storia delle figurine Panini inizia nel 1960 quando i fratelli Panini, proprietari di una agenzia di distribuzione giornali a Modena, trovarono un lotto di figurine invendute delle edizioni Nannina. Non sapendo cosa farne, ebbero l'idea di imbustarle a due a due in una bustina mettendole in vendita a 10 lire l'una. Una cosa così semplice che creò un incredibile boom inaspettato con circa tre milioni di vendite. L'anno dopo, visto il successo, i due fratelli decisero di fare le cose per bene, stampando le figurine con i loro mezzi e creando un apposito album per raccoglierle. Fu un successo, le vendite furono quintuplicate e la Panini divenne famosissima per tutti i collezionisti più accaniti e il fenomeno, ad oggi, è ancora sulla cresta dell'onda.

IL GIRO D'ITALIA

In occasione del centenario del Giro d'Italia, RCS in collaborazione con la Gazzetta dello Sport ha deciso di lanciare l'album di figurine del Giro con tutte le squadre e i rispettivi corridori. Una cosa che ha letteralmente fatto impazzire gli appassionati e ha creato una nuova mania tra tutti i tifosi che hanno cominciato a scambiarsi doppie e rarità ad ogni occasione. Adulti e bambini si sono incredibilmente trovati a correre in edicola tutti i giorni per finire l'adorato album.
Quest'anno, visto il grande successo, l'edizione è stata replicata. L'album è composto da 395 figurine e 73 card dove c'è naturalmente spazio per le 22 squadre che partecipano al Giro e alcune sezioni speciali dove si celebrano gli uomini che fecero la storia della corsa, le copertine storiche della Gazzetta e le città di tappa. Un viaggio lungo quello che è un mito del nostro Paese, che ha riunito generazioni in una sola grande passione.
Perché in fondo è sempre l'età giusta per tornare un po' bambini.

Subscribe now to our newsletter!