Free shipping within Europe and Switzerland

  • Italiano
  • Inglese

Il mio ciclismo è divertimento

Elena V.



Che ruolo rivesti oggi nel mondo del ciclismo?

Grande appassionata, ma che si vuole divertire prima di tutto.

Come hai iniziato a pedalare?

Il mio approccio alle due ruote in outdoor è relativamente recente, parliamo di un paio d'anni, ma nasce da una passione per l'indoor più che decennale. Mai avrei pensato di togliere il tacco 12 per salire sui tacchetti di una bici da corsa (chi mi conosce non ci avrebbe scommesso un euro) e invece'¦ eccomi! Ci sono arrivata anche spronata dagli amici spinner, tutti veri appassionati delle due ruote ed è stato amore a prima vista. E oggi non c'è problema a puntare la sveglia - anche di domenica - per uscire prestissimo a pedalare!

Qual è il primo ricordo legato alla bicicletta?

La mia prima volta sulle due ruote, vuoi non ricordarla? Al parco di Monza, bici, scarpette e caschetto in prestito per la classica prova "ma riuscirò a staccarmi dai ganci quando ci si ferma?'. Poi la prima vera prova in strada: la salita di Inverigo mi è sembrata il Mortirolo e poi invece'¦ uscita dopo uscita, sempre qualche km in più e soprattutto sempre più divertimento.

La prima vera emozione? Entusiasmo o delusione?

Entusiasmo sempre, mai delusione. Forse rammarico per quando ti capita di 'non avere la gamba" di voler fare ma'¦ niente!

Quando hai capito che 'correre' stava diventando una cosa importante?

Per quanto mi riguarda sostituirei la parola importante con coinvolgente, entusiasmante, divertente; impegnativo certo, ma stimolante, una sfida continua. Oltre che ottimo allenamento fisico che dà bei risultati, è un modo per imparare a stare con gli altri e con te stesso. Mi piacciono tantissimo anche le uscite in solitaria, sola con il mio iPod!

Il tuo campione di sempre? Anche del passato'¦

Beh nessun dubbio, il mitico "Commissario" mio istruttore di spinning ex professionista nonché amico'¦ Marco Saligari.

Chi più di altri ti ha trasmesso questa passione?

Gli amici, i compagni di spinning e anche mio fratello.

Oggi con chi la condividi maggiormente? 

Sicuramente con chi ha passione ed interesse e anche la curiosità per le due ruote. Quando ne ho l'occasione, mi piace cercare di trasmettere tutta la "positività" di questo sport a chi invece ancora non ha avuto modo di apprezzarlo. Mi piacerebbe convincere, come io stessa sono stata 'convertita'!

A quale occasione importante hai rinunciato pur di uscire a correre? 

Non parlerei di rinunce. Diciamo che pensare, per esempio, con la bella stagione di organizzare e pianificare alcune giornate lavorative in funzione di un appuntamento con i bikers per l'uscita di inizio serata'¦ beh significa che ciò che fai ti piace molto.

Il circuito più impegnativo?

Il più impegnativo perché è stato il mio record personale: 144 km, una grande, bella soddisfazione!!!!

Quanti km percorri in un giorno?

Come si è capito, sono la classica amante delle due ruote domenicali e infrasettimanali estive; quindi il mio pedalare è un accettabile 60 '“ 90 km ad uscita.

Cosa diresti agli automobilisti incattiviti? 

Sulla strada c'è spazio per tutti. Certo molto spesso i ciclisti sono indisciplinati, ma con un po' di buon senso da entrambe le parti i clacson suonerebbero molto meno.

Se potessi aggiungere un optional magico alla tua bici cosa sceglieresti?

Qui non parlerei di optional magico piuttosto di optional fashion: ad esempio il nastro con grafica di Giant con l'interpretazione dei simboli utilizzati nei Tatoo vintage. L'ho montato da poco, troppo fi@o!

Quante biciclette hai avuto?

Due: la prima, nuova fiammante, è durata tre mesi, i miei amici la chiamavano il trattore. Da corsa ma con manubrio sportivo e cambio triplo, che per i ciclisti veri è un oltraggio. La seconda beh altra storia. Un amico mi fa: "io ho cambiato la bici vuoi provare la mia?' Ci sono salita e non sono più scesa.

Ti è mai capitato di parlare con la tua bici? 

Ehi! Non sono - ancora - a quei livelli.

Quanti capi di abbigliamento possiedi?

Se consideriamo che nel mio armadio ad otto ante una è riservata alla bici'¦ ho detto tutto.

L'accessorio al quale non rinunceresti mai?

Qui spunta il narciso leone (mio segno zodiacale), quindi rigorosamente tutto in pendant, maglietta sportivamente femminile, occhiale trendy e sotto l'occhiale un filo di trucco, che non deve mai mancare.

Sei superstiziosa? Qualche rito scaramantico? 

Questo lasciamolo ai professionisti delle due ruote.

Subscribe now to our newsletter!