Truly Made in Italy

  • Italiano
  • Inglese

Milano-Sanremo, il festival della velocità

Nonostante siamo solo alle prime corse di una stagione lunghissima, i velocisti più forti hanno già cominciato a vincere e darsi battaglia in attesa di regolare i conti alla Milano-Sanremo, al Giro o al Tour. La Classicissima che è l'appuntamento clou della prima parte di stagione per gli uomini Jet, per questo 2017 proporrà un percorso invariato rispetto alle ultime edizioni e quindi dovrebbero essere proprio loro a giocarsela nuovamente. In questo inizio di stagione chi ha cominciato alla grande è Caleb Ewan, già a quota quattro successi, certo tutti ottenuti al Down Under che per lui è la corsa di casa mentre per gli altri è semplicemente il primo appuntamento della stagione, ma la superiorità mostrata nelle varie volate, dove per tre volte ha battuto Sagan, lascia presupporre che sia ormai pronto a sedersi al tavolo dei migliori, anche se forse è un po' presto per la Classica di Primavera, visto che la correrà per la prima volta e potrebbe pagare il lungo chilometraggio.

Quattro sono anche i successi di Marcel Kittel che conferma ancora una volta di essere il velocista puro più forte. A Dubai, nelle tre volate disputate non ha lasciato scampo ai rivali ma nell'unica frazione movimentata non è riuscito a sprintare: un segnale che certamente non lascia ben sperare in vista della Sanremo dove, tuttavia, la sua presenza è ancora incerta. Arnaud Demare, vincitore dello scorso anno, sembra aver iniziato col piede giusto la stagione, visto che ha già ottenuto due successi all'Etoile de Besseges sempre davanti a Kristof. Proprio il norvegese, che comunque in Francia una tappa l'ha portata a casa sarà uno degli uomini da battere sul traguardo di via Roma. Un altro che la Sanremo l'ha vinta nel 2015, John Degenkolb, sembra essersi messo definitivamente alle spalle i problemi dello scorso anno e al Dubai, dove ha raccolto il primo successo stagionale, non è mai uscito dai primi cinque di tappa, mostrando una continuità e uno spunto veloce che dovrebbero portarlo a giocarsi la Primavera , dove punterà ad essere protagonista anche Michael Matthews che deve ancora esordire con la sua nuova squadra, la Sunweb, provando a raccogliere la pesante eredità del tedesco.

Mark Cavendish e Peter Sagan che sono sicuramente tra i favoritissimi, curiosamente ancora non hanno vinto ma di certo non tarderanno ad alzare le braccia al cielo, al pari di quel Nacer Bouhanni che, pur non essendo ancora salito sul podio della Sanremo, ha le caratteristiche giuste per imporsi in via Roma. Proprio Cavendish e Sagan saranno protagonisti dei duelli più entusiasmanti dell'intera stagione per quanto riguarda i velocisti, visto che il britannico, dopo l'ultimo Tour stratosferico, sarà chiamato a respingere il ritorno di Marecel Kittel che punta a tornare il miglior velocista del mondo senza se e senza ma. Sagan invece da adesso in poi se la vedrà spesso e volentieri con Degenkolb e Kristoff che sfiderà fino alla Roubaix in tutte le classiche più importanti. Considerando che anche Greipel, Coquard, Gaviria e Boonen hanno già vinto e in attesa che i protagonisti delle classiche delle Ardenne e i pretendenti ai GT scaldino i motori, fino alla Sanremo, tutte le attenzioni saranno puntate sui velocisti in una sorta di Festival della velocità con la Classicissima che emetterà il primo verdetto pesante della stagione.

Subscribe now to our newsletter!