Free shipping within Europe and Switzerland

  • Italiano
  • Inglese

Niki Terpstra al Fiandre: i dettagli della vittoria

Al Giro delle Fiandre Niki Terpstra ha vinto con un'azione in solitaria partita a una ventina di chilometri dal traguardo, ecco alcune curiosità sul suo successo.


TERPSTRA

Niki Terpstra ha 33 anni e, proprio nel giorno di Pasqua, ha vinto la sua prima Ronde Van Vlaanderen. Ma in tutto questo non c'è niente di miracoloso, anche perché l'olandese nato il 18 maggio 1984 a Bewerwijk non è certo nuovo a questo tipo di azioni. Professionista dal 2007 è da sempre un grande corridore da classiche. Nel suo palmares ci sono due Dwars Door Vlaanderen, il Tour de Wallonie, Le Samyn, l'Eneco Tour e una incredibile Parigi-Roubaix nel 2014 oltre a piazzamenti di tutto rispetto nelle campagne del Nord affrontate fino a questo 2018.

LA BICICLETTA

La bicicletta usata da Terpstra per vincere la Ronde è naturalmente firmata Specialized e il telaio è il S-Works Tarmac SL6, dal design aerodinamico e sviluppato con la tecnologia Rider-First Engineered, risultato di una collaborazione con Mc Laren e che garantisce elevate prestazioni sia nello sprint che in discesa per ogni taglia di telaio. Sono stati infatti sviluppati dei layout di carbonio specifici per ogni tubazione e ogni misura e il risultato è un prodotto molto versatile, leggero, reattivo e rigido nei punti giusti. Per quanto riguarda l'equipaggiamento, la Tarmac usata dal team Quick-Step Floors è allestita con cambio Shimano Dura-Ace e ha in dotazione la componentistica PRO con curve e attacchi manubrio della serie Vibe dall'aerodinamica accentuata e totale integrazione dei cavi.  

quick step bike

STRAVA

Niki ha pubblicato su Strava la traccia della Ronde e, anche se non presenta i dati della sua frequenza cardiaca e della potenza, si possono comunque fare delle considerazioni su quanto sia stata intensa e dura la gara. Le prime tre ore di corsa sono state relativamente tranquille '“ media 40 km/h '“ prima di arrivare all'Oude Kwaremont, il primo muro della giornata. Da qui il grafico della velocità ripercorre il tragitto costantemente mosso dei muur e il picco massimo risulta un 79,9 km/h. Sia per quanto riguarda il Kwaremont che il Paterberg, Terpstra non ha battuto i suoi stessi KOM conquistati correndo l'E3 Harelbeke anche se in ogni caso i suoi tempi sono stati molto buoni e la scelta vincente è stata proprio quella di non dare nulla per scontato e mantenere un'andatura costante, senza sforzi eccessivi, per gli ultimi chilometri in pianura.  

Subscribe now to our newsletter!