Truly Made in Italy

  • Italiano
  • Inglese

Triathlon: cos'è e come ci si prepara

Il triathlon è una delle multi discipline più amate degli ultimi anni, un mix di tre sport durissimi per sfidare sé stessi e i propri limiti.

Il Triathlon è uno sport che unisce tre discipline: il nuoto, il ciclismo e la corsa a piedi. I concorrenti passano da una fase di gara all'altra senza interruzioni di sorta perciò la prova si svolge in soluzione di continuità.
Nonostante sia una somma di discipline, il Triathlon è certamente uno sport a sé stante che richiede una grandissima resistenza, coordinazione e anche versatilità. Il triatleta è uno degli sportivi più completi proprio per il tipo di sforzo e di allenamento al quale sottopongono il proprio corpo. 


LA STORIA

La storia del Triathlon comincia nel 1977, sulla spiaggia di Honolulu, alle Hawaii dove oggi si svolge la leggendaria competizione Ironman che ha dato il via al vero e proprio successo di questo sport. All'inizio di tutto '“ come spesso succede - c'è una scommessa tra amici che, discutendo su quale fosse la prova più dura tra la Waikiki Rough Water Swim, la 112 mile bike race around Oahu e la Honolulu Marathon, proposero, scherzando, di unire tutto in un'unica competizione. Nasce così la prima vera gara di triathlon che, nella sua prima edizione, contava qualcosa come quattordici persone, alcune di loro totalmente a digiune di sport, basti pensare che un concorrente comprò la sua bici pochi giorni prima della competizione. 

LA PREPARAZIONE

Esistono ben tre livelli di Triathlon perciò, se ci si vuole avvicinare a questa disciplina, è meglio prepararsi per il Triathlon Sprint, quello relativamente più semplice che però prevede comunque (le distanze variano) 800 metri a nuoto, 24 km in bicicletta e 5 km di corsa. Come detto, questo sport è composto da tre discipline che devono essere allenate allo stesso modo, senza trascurarne nessuna o sottovalutarla. E' bene quindi fare un programma di allenamento che preveda l'esercizio di ogni attività due volte la settimana, mantenendo un giorno per il recupero. I tempi di preparazione sono variabili, solitamente le distanze Sprint richiedono dalle quattro alle sei settimane di allenamento ecco perché è importante avere una tabella di marcia ben costruita e divisa in sessioni proporzionali alla distanza della gara, studiandone il tracciato e le condizioni accuratamente. Inoltre è importante programmare una sessione di due discipline, una di seguito all'altra, anche per testare la predisposizione del corpo a sostenere questo tipo di continuità. Per quanto riguarda la dieta, come in tutti gli allenamenti intensi, è d'obbligo incrementare liquidi e carboidrati definendo con cura i pasti post-training: bisogna trovare la via di mezzo tra il niente e il tutto, cercando di mangiare piccoli spuntini ogni quattro ore e far diventare il pranzo il pasto principale della giornata.
Oltre alla determinazione, la cosa più importante resta sempre quella di avere un personal trainer che può aiutare a valutare le necessità del corpo e a stendere un programma preciso per affrontare queste gare che sono tra le più dure e affascinanti nel panorama sportivo. 

Subscribe now to our newsletter!