Truly Made in Italy

  • Italiano
  • Inglese

Valentino Rolando e la storia del cicloturismo italiano

Negli anni Cinquanta Valentino Rolando e il suo amico d'infanzia Adriano Sada sono stati i primi italiani a fare un viaggio in bicicletta attorno al mondo. Nessuna preparazione e pochi soldi, ecco la storia di una grande e pazza avventura.


Valentino Rolando è nato nel 1927 e di anni ne aveva 29 quando decise, insieme all'amico di infanzia Adriano Sada di fare un viaggio in bicicletta. Forse nessuno si immaginava che la loro follia sarebbe entrata nella storia, addirittura avrebbe segnato un grande primato per il cicloturismo: diventarono i primi italiani a fare il giro del mondo su due ruote.

Era l'estate del 1956 e fu Valentino a proporre di fare un viaggio intorno al mondo all'amico di sempre Adriano. Organizzazione zero, o meglio, il minimo, preparazione men che meno. Entrambi lavoravano e non avevano esperienze di viaggi e di pedalate ma nulla gli impedì di lasciare tutto e partire. Due 'Frejus' come compagne, raggi di ricambio della misura sbagliata e carrellini per i bagagli che abbandonarono presto per la scomodità. Ad amici e parenti lo dissero soltanto a cose fatte, dopo otto giorni, quando arrivarono a Trieste. Da lì cominciò il loro autentico viaggio: prima i Balcani poi la Turchia, la Siria e l'Iraq. Il loro primo Natale da viaggiatori vagabondi '“ o quasi '“ perché si fermarono proprio qui per lavorare per sei mesi con un'azienda italiana per proseguire il loro percorso con più tranquillità verso l'Afghanistan, il Pakistan, l'India e il Giappone, imbarcandosi con una nave italiana per gli Stati Uniti, una nave cargo ovviamente che li fece restare per mare diciotto lunghi giorni. Nell'inverno del '58 tornarono a La Spezia con 27.936 chilometri percorsi in bicicletta per un'avventura incredibile, a tratti pericolosa, a tratti sorprendente, alla scoperta di tradizioni lontanissime e di luoghi sperduti.

Di quel viaggio rimangono le fotografie che scattava Adriano e le pagine di diario che scriveva Valentino '“ che sono diventate un libro - autentico reportage di un'avventura che aprì la storia del cicloturismo italiano. Dopo di loro, tantissimi ciclisti viaggiatori appassionati si misero in sella per realizzare un sogno. Segnarono sulle mappe nuovi itinerari, nuovi progetti che d'improvviso divennero possibili perché altri li avevano portati miracolosamente a termine. Di quel viaggio rimane la filosofia condivisa da tutti i cicloturisti di ieri e di oggi, il rapporto perfetto e inspiegabile tra l'esploratore e la sua bicicletta.

Subscribe now to our newsletter!